Chiama una ragazza al 899.89.82.88
pinzette per capezzoli

La prima volta che ho usato le pinze per capezzoli

L’intensità di un rapporto tra amiche

 

Quando nel sesso utilizzo anche dei gadget trovo tutto ancora più eccitante ed infatti il mio godimento risulta essere maggiore, riesco così a far godere meglio anche il mio partner perché si scatena in me il mio lato trasgressivo.

Mi chiamo Felicia e vi racconto la mia esperienza sessuale avuta qualche giorno fa con una mia carissima amica, è stato qualcosa di nuovo per me che non credevo potesse darmi queste piacevoli sensazioni e credo che se si ripresenterà l’occasione non mi tirerò indietro dal riprovarlo.

Olimpia, la mia amica, ha 28 anni e da circa 3 anni ci siamo allontanate perché per motivi lavorativi si è dovuta trasferire a molti chilometri da me e quindi approfittiamo dei momenti che torna in città per poter stare insieme e divertirci come abbiamo sempre fatto.

Da qualche giorno è tornata e mi ha raccontato un po’ della sua vita senza omettere le diverse esperienze sessuali fatte, così da questo discorso è uscito fuori che ha avuto esperienze anche lesbo e ciò ha iniziato ad incuriosirmi.

Devo dire che tra noi c’è stato più di una volta qualche bacio ma non ci siamo mai spinte oltre, anche se lei mi ha sempre invogliato a provare, così stando da sole in casa ha avuto modo di entrare nei particolari e farmi vivere davanti agli occhi le scene di ciò che diceva.

Quando il racconto è finito, mi ha chiesto cosa ne pensavo ed io senza mentirle le ho detto che è stata una situazione davvero intrigante che mi ha destato molta curiosità e così Olimpia mi ha chiesto se volevo provare.

Stavolta però non me la sono sentita di tirarmi indietro ed ho fatto modo che prendesse iniziativa, ciò le ha portato a baciarmi e man mano quei baci diventavano sempre più focosi ed infatti l’eccitazione aumentava per entrambi.

 

Quando l’eccitazione prende il sopravvento

 

Nel frattempo ci denudavamo e le nostre labbra iniziavano a percorrere le varie zone del nostro corpo, soffermandosi nelle parti di maggiore piacere ed i gemiti di piacere non potevano fare altro che diventare protagonisti di quel momento.

Olimpia poi guardandomi negli occhi mi ha detto di avere una sorpresa per me che avrebbe reso quel momento ancora più piccante, ha tirato così fuori dalla sua borsa le famigerate nipple clamp che praticamente sono delle pinze per capezzoli e sorridendomi si è avvicinata per mettermeli.

Ovviamente l’ho lasciata fare ed ho trovato questi gadget piacevoli da indossare infatti hanno fatto si da farmi bagnare ancora di più, la voglia di lei era sempre più forte non potevo di certo negarlo.

L’atto sessuale così è proseguito con lei che con le mani e con la lingua mi toccava in ogni punto e non mancavano azioni sulle pinze per capezzoli per far si che si stringessero di più e aumentavano il mio piacere.

Nei nostri sguardi c’era tutta la passione del momento e non mancavano frasi che tendevano a farci sembrare ancora più complici di quanto non eravamo già.

L’amplesso si avvicinava per entrambi ed oramai i gemiti di piacere si erano trasformati in grida che si sono fermate solo una volta che il traguardo è stato raggiunto.

C’è stato poi spazio per descriversi a vicenda l’esperienza appena conclusa con la promessa di rifarlo.